Scaramuccia

Scaramuccia fu portato al successo dall'attore partenopeo Tiberio Fiorilli, popolarissimo nel XVII secolo. Anche se è ignoto l'inventore della maschera, non si nutrono dubbi sull'origine partenopea del personaggio, che rappresentava un uomo impegnato costantemente in mille litigi e conflitti, "scaramucce" per l'appunto. Le sue radici culturali sono da ricercare nel teatro antico, in figure come il Miles gloriosus di Plauto, il soldato fanfarone, che fu più volte replicato nei secoli a venire, con le varie versioni del personaggio del Capitano. Un uomo vanaglorioso e bugiardo, che a parole compiva grandi imprese, ma che nella realtà era destinato costantemente alla sconfitta. Un tipo teatrale che ebbe un grande successo anche in ambito europeo, al punto da essere recepito dal teatro francese col nome di Scaramouche e di essere portato sulla scena dal grande Molière. Il costume originale di Scaramuccia era interamente nero, con tanto di cappellaccio e spada: il Fiorilli lo modificò, rendendolo ancora più caricaturale, con l'introduzione del berretto e della chitarra. Un elemento che sottolineò ulteriormente la malsana abitudine di Scaramuccia di "cantar balle".

Home

Prossima maschera

Maschera Precedente